Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Natalie Portman rifiuta il “Nobel ebraico” a “causa dei recenti avvenimenti in Israele”

Natalie Portman ha fatto sapere che non andrà in Israele a giugno a ritirare il Premio Genesis, definito il Nobel ebraico. L’attrice e produttrice, nata a Gerusalemme e naturalizzata cittadina statunitense, ha rifiutato il riconoscimento perché, come ha spiegato un rappresentante al comitato del premio, “i recenti avvenimenti in Israele sono stati estremamente dolorosi per lei”.

148778269433-IM_NATALIE_PORTMAN

L’attrice era essere stata scelta a novembre per ricevere il riconoscimento, definito da Times Magazine il “Nobel ebraico”, è un premio da un milione di dollari attribuito a chi è stato d’ispirazione alle generazioni future, grazie ai risultati professionali e al rispetto dei valori dell’ebraismo.
Natalie Portman, nome d’arte di Natalie Hershlag, è nata a Gerusalemme 36 anni fa, ed è sempre stata orgogliosa del suo doppio passaporto. Nel 2015 ha anche diretto e interpretato un film ispirato all’autobiografia dello scrittore israeliano Amos Oz, “A tale of love and darkness”.
Il rifiuto è arrivato per voce di un rappresentante della Portman, secondo cui visti “i recenti avvenimenti risultati estremamente dolorosi per lei”, l’attrice “non si sente a suo agio a partecipare ad alcun evento pubblico in Israele” e “non può in tutta coscienza andare avanti con la cerimonia”.
Secondo il Ministro della cultura israeliano Miri Regev lo strappo dell’attrice è arrivato perché si sarebbe fatta “influenzare dalle pressioni della Bds”, il movimento transazionale di boicottaggio d’Israele (invita tutti gli artisti a non recarsi e a non esibirsi in Israele per sostenere il popolo palestinese), a cui partecipa anche l’ex Pink Floyd Roger Waters.

Natalie Portman rifiuta il “Nobel ebraico” a “causa dei recenti avvenimenti in Israele”ultima modifica: 2018-04-21T00:54:12+02:00da giorgio6614
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment